Home > Eventi > INVENTA il NOME! del cocktail di EnoPordenone

inventa il nome-01 (Large)

Ecco la chicca della serata di OLTRE il DiVINO PERCORSO: il cocktail di EnoPordenone!!!

Il Pordenone + il Figo Moro di Caneva con la sapienza del barman Daniele Cattaruzza.

INVENTA il NOME del Cocktail di EnoPordenone
e VINCI un magnum del rarissimo ‘il Pordenone’

Tra tutti i nomi raccolti durante la serata del ‘Oltre il Divino Percorso’ e tramite il sito e pagina facebook di EnoPordenone, verrà estratto il vincitore di un magnum del ‘il Pordenone’, e sarà invitato a ritirarlo alla cena finale dell‘itinerario enogastromico di ‘gustiAMO pordENOne’ che si terrà, a fine ottobre, presso il Palazzat di Cavasso Nuovo.

E’ possibile votare il nome tramite lasciando un commento e la vostra mail qui sotto, oppure tramite la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/events/661727580585140/

Sbizzarritevi!

VOTATE QUI SOTTO NEI COMMENTI, lasciate sempre la vostra mail per contattarvi in caso di vincita.

La cartolina per il voto che verrà distribuita durante la serata di ‘Oltre il Divino Percorso’:

inventa il cockatail volantino-01 (Large)

5 Comments, RSS

  • Marco

    says on:
    16 luglio 2014 at 16:57

    La mia proposta per il nome è…
    FIGUS NAONIS

  • ELISA

    says on:
    16 luglio 2014 at 20:20

    LA MIA PROPOSTA E’ ( LE FRUIT NOIR)

  • Francesco

    says on:
    16 luglio 2014 at 21:55

    “FigOne”:
    Figo+Pordenone, aggiungerei anche il numero 1 (one)

  • Sergio Bevilacqua

    says on:
    20 luglio 2014 at 17:48

    FIKOMOROKEMENTE oppure FIGOMOROCHEMENTE.
    Un Cocktail che affascina le donne e scopre gli uomini…
    La storia.
    “Un FIKOMOROKEMENTE, grazie…” disse lei, guardando negli occhi il barman, mentre una lacrima le rigava la guancia. Bevve un sorso, freddo di ghiaccio cristallino: il ricordo della bugia di lui, che l’aveva fatta fuggire dalla casa dove abitavano, le bruciava nel petto. Ma nel petto le bruciava anche la grande passione che provava per quell’uomo… Era bello… Un vero FIGO… MORO… ma mentiva. Il profumo dello spumante Pordenone la rassicurava, e bevve un altro goccio. L’amaro dello sciroppo di fico moro le faceva ricordare il sapore di lui… e il dolce… Intanto, due foglioline verdi spandevano il loro profumo nella bevanda: “MENTE…”, pensò. “Sì, mente!”, e bevve un’altro sorso. Una voce maschile alle sue spalle tuonò: “Pago io, barman, e un’altro FIKOMORO per me!”. Lei si girò e lo vide: la vita ricominciava.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Google+